Menta

Foto e Immagini

menta

Nomi

Nome Scientifico: Menta piperita L. (fam. Labiatae)

Nomi Comuni: Mintz, menta inglese

Nomi Stranieri: Mint (Eng) Menthe poivrée (Fra) Pfeffer-Minze (Ger) Menta (Esp)

Che cos’è e significato

Descrizione: Bisogna premettere che ci sono varie specie di menta, le quali pur dimostrando simili proprietà medicinali (dovute alla presenza di un alcol estratto dall´essenza il mentolo) hanno caratteri diversi. In particolare la menta piperita ha un apparato radicale alquanto sviluppato e ricco di stoloni. La parte aerea è un cespo composto da ramificazioni erette e striscianti. Possiede foglie oblungo-lanceolate, opposte, brevemente picciolate, con margine dentato. I fiori sono rosso rosati, riuniti in spighe. La pianta può superare i 70 centimetri d´altezza.

Storia e Tradizioni: La menta era conosciuta in tempi remoti per le sue proprietà; i Cinesi, anticamente, ne vantavano le proprietà calmanti e le sue virtù antispasmodiche. Ippocrate considerava la menta un afrodisiaco, mentre Plinio ne vantava l´azione analgesica. Il genere mentha è uno dei più complessi del regno vegetale e la ragione va ricercata nella facilità di ibridizazione spontanea tra le varie specie, che producono sempre nuovi ibridi.

Note: Gli arabi utilizzano copiosamente la menta nella preparazione di cibi e bevande ritenendola uno stimolante afrodisiaco

Dove si trova

Habitat: E´ originaria del Mediterraneo ed è ora diffusa in molti paesi europei ed americani. Esistono varie varietà di mente sia coltivate che spontanee. E´ una pianta molto resistente e quindi può crescere quasi su qualsiasi terreno dalla pianura a oltre i mille metri.

Tempo e modalità di raccolta o coltivazione: Le foglie si raccolgono due volte l´anno, in giugno-luglio e settembre; si essiccano all´ombra e si conservano in recipienti di vetro o porcellana.

Utilizzo

Parti utilizzate: Foglie e sommità fiorite.

Come si usa in cosmetica: L´infuso di menta viene utilizzato per gargarismi disinfettanti di bocca e gola. L´essenza di menta in unione con bicarbonato di calcio e di sodio viene utilizzata per preparare paste dentifricie particolarmente profumate. L´infuso è consigliato per lavaggi dercongenstionanti del viso utili anche a combattere la pelle grassa.

Come si usa in cucina: Molto utilizzata per aromatizzare pietanze ed insalate, è preferibile usare le altre mente tralasciando la piperita che è più adatta per liquori bevande e prodotti dolciari

Proprietà e benefici

Principali componenti: Olio essenziale contenente mentolo, resine e sostanze amare.

Proprietà salutari ed utilizzo: Tonica, antispasmodica e stomachica a livello gastrico e intestinale, carminativa e stimolante. Inoltre ha proprietà antisettica e può essere utilizzate in malattie infettive che non hanno bisogno di antibiotici (affezioni leggere dell´albero respiratorio, coliti e cistiti lievi) e vermifuga.

Rimedio naturale: Gastriti, crampi dello stomaco, duodeniti, coliti. Inoltre come espettorante per faringiti, bronchiti ed asma.

Controindicazioni: In presenza di calcoli biliari da utilizzarsi solo su consiglio medico. In persone sensibili possono comparire disturbi gastrici.