Vendita online integratori e rimedi naturali per ferro basso erboristeria Erbecedario

Prodotti e rimedi naturali per carenza ferro

La carenza di ferro è una condizione che si verifica quando l’organismo non dispone di sufficienti quantità di ferro minerale ed è una delle carenze nutrizionali più comuni e diffuse nell’uomo.

Quando si hanno poche riserve di ferro è importante integrarle affinché la carenza non si trasformi in un disturbo più grave come l’anemia.

Come aumentare il ferro nell’organismo?

Se il deficit è lieve e temporaneo si può farlo attraverso un’alimentazione mirata (cibi contenenti ferro assimilabile) e grazie all’aiuto di integratori a base di ferro.

Erbecedario offre in vendita on line una serie di prodotti naturali a base di piante che contengono naturalmente ferro e vitamine, aiutando a recuperare le fisiologiche riserve di questo prezioso minerale del corpo.

Set Descending Direction
View as Grid List

2 Items

per page
  1. Integratore Sprea Ferro Energy
    5 out of 5 stars
    (7)
    Da 21,99 €
    Aggiungi alla lista desideri
  2. Tisana Ortica
    5 out of 5 stars
    (4)
    Da 9,99 €
    Aggiungi alla lista desideri
Set Descending Direction
View as Grid List

2 Items

per page

Tisane e integratori naturali di ferro

Ecco i prodotti della nostra erboristeria specifici per chi vuole integrare l’apporto di ferro in modo naturale.

Tisana Ortica

Le foglie di ortiche oltre ad essere un ottimo rimedio depurativo, sono anche un’importante fonte di clorofilla e sali minerali come ferro, calcio, silicio, e vitamine A, B12, C.

La formula chimica della clorofilla è molto simile a quella dell’emoglobina umana, da cui si differenzia solo per un atomo.

Le foglie di ortica, quindi, sono un ottimo rimedio per far fronte alla mancanza di ferro, traendo beneficio non solo dal minerale contenuto nelle foglie ma anche dalla clorofilla, la quale aiuta l’azione di emopoietica.

Per preparare la tisana si mette 1 cucchiaio di foglie di ortica (circa 3 g) in una tazza, quindi si versa l’acqua bollente e si lascia in infusione per circa 10 minuti. Successivamente si filtra e si beve.

Si consiglia l’assunzione di 2-3 tazze di tisana all’ortica al giorno, meglio se lontano di pasti.

Integratori alimentari ferro

Sprea Ferro Energy è un integratore che favorisce un naturale apporto di ferro e vitamine.

A base di ferro altamente biodisponibile, con Vit. C e Vit. del gruppo B, estratti di piante, frutta e verdure ricchi in tali nutrienti che ne migliorano la digeribilità e l’assorbimento, senza provocare affaticamento all’intestino.

Consigliato per integrare il ferro naturalmente nelle persone che ne hanno bisogno.

Utile anche in situazioni di stanchezza e calo di energie.

Adatto anche per bambini e donne in gravidanza.

Ferro basso: approfondimenti e consigli utili

Alcune spiegazioni e consigli delle nostre esperte erboriste.

Mancanza di ferro: cause, sintomi e conseguenze

Avere la giusta quantità di ferro nel corpo è importante in quanto si tratta di un minerale essenziale per l’organismo. Esso è uno dei principali componenti dell’emoglobina, la proteina presente nei globuli rossi che ha il compito di trasportare l’ossigeno nel sangue a alle cellule ed ai tessuti del corpo in modo che possano funzionare correttamente. Ma è anche importante per un ottimale sistema immunitario, per una sana funzionalità mentale, per l’efficienza muscolare e per fornire energia al corpo.

Il nostro organismo è in grado di accumulare il ferro ma non di produrlo, è necessario quindi assumerlo con il cibo.

Il fabbisogno quotidiano di ferro non è uguale per tutti ma varia in base al sesso, all’età e all’attività fisica svolta: nelle donne ad esempio è più alto rispetto agli uomini, rispettivamente 15 mg e 10 mg, in quanto a causa del ciclo mestruale perdono regolarmente sangue. Le donne in gravidanza e che allattano hanno bisogno di un apporto particolarmente alto (20-30 mg), una quantità difficile da raggiungere solo con l’alimentazione da integrare pertanto con specifici preparati a base di ferro. Altri soggetti che possono avere un fabbisogno più alto di ferro sono inoltre bambini e ragazzi in fase di crescita, sportivi e donatori di sangue.

Nella maggior parte dei casi la carenza di ferro è dovuta ad uno scarso apporto nutrizionale di questa sostanza conseguente ad un’alimentazione povera di ferro.

Altre cause che possono provocare il ferro basso sono:

  • difficoltà nell’assorbimento del ferro: in uno stato ottimale il ferro presente nel cibo viene assorbito dall’apparato digerente ma alcune condizioni di salute, come malattie infiammatorie dell'intestino, celiachia od operazioni chirurgiche all’apparato digerente, possono influire negativamente sull’assorbimento del ferro diminuendolo.
  • sanguinamenti: le perdite di sangue causano anche perdita di ferro. Le principali perdite di sangue sono legate a mestruazioni abbondanti, ulcere nello stomaco o nell’intestino, polipi intestinali ed interventi chirurgici.

Per quanto riguarda i sintomi, invece, i valori di ferro bassi possono causare:

  • Stanchezza, debolezza, sonnolenza
  • Pallore
  • Difficoltà di concentrazione e scarsa memoria
  • Maggiore facilità ad ammalarsi
  • Scarso rendimento a scuola o nel lavoro
  • Calo del desiderio sessuale
  • Mal di testa
  • Unghie e capelli fragili.

Cibi e alimenti ricchi di ferro

Un’adeguata alimentazione può garantire all’organismo il giusto apporto di ferro con gli alimenti ad alto contenuto di ferro.

Cosa mangiare quindi? Ecco in questo elenco puntato quali sono gli alimenti più ricchi di ferro:

  • carne, sia bianca sia rossa. Una carne particolarmente ricca di ferro è quella di cavallo
  • fegato di bovino e frattaglie
  • pesce, soprattutto molluschi (cozze, vongole, ostriche), seppie, tonno, merluzzo e salmone
  • uova, di cui soprattutto il tuorlo contiene ferro
  • legumi
  • verdure, tra le verdure con maggior contenuto di ferro ci sono spinaci, fiori di zucca e peperoni
  • frutta secca (mandorle, noci) ed essiccata (datteri e prugne).

Per dare all’organismo la possibilità di fare il pieno di ferro non basta però solo mangiare i cibi che contengono ferro, ma è importante anche associare gli alimenti in modo giusto.

In particolare è importante:

  • non consumare alimenti che contengono tannini (the, cacao, vino rosso…), caffeina, calcio (latte e latticini) e fibre in concomitanza ai cibi ricchi di ferro in quanto queste sostanze possono interferire con l’assorbimento del ferro diminuendolo.
  • abbinare alimenti che contengono vit. C, la vitamina A e le vitamine del gruppo B agli alimenti ricchi di ferro in quanto queste sostanze aiutano ad assorbire meglio il minerale.
  • nei legumi e nella verdura il ferro è presente in una forma meno assimilabile rispetto a quello presente nella carne e nel pesce.

Consulenza Gratuita su whatsapp
Benessere naturale, mission erboristeria Erbecedario

I contenuti presenti in questa pagina sono scritti dal nostro team di erboristi, specializzati in erbe officinali e fitoterapia.
Riteniamo fondamentale offrire ai nostri clienti e lettori contenuti affidabili e basati su fonti ufficiali.

Questi testi sono infatti il frutto della grande conoscenza accumulata dai nostri esperti attraverso anni di studio e pratica nel settore dei rimedi erboristici.

Vorremo precisare che le informazioni fornite sono da intendersi a scopo puramente informativo e non intendono sostituire in alcun modo una consulenza medica professionale.

Per maggiori informazioni sui nostri prodotti, o per un aiuto nella scelta dei più adatti in base alle proprie esigenze specifiche, potete contattare senza impegno i nostri erboristi in chat.