Uva ursina

NOMI

NOME COMUNE: Uva ursina

NOME SCIENTIFICO: Arctostaphylos uva ursi (L.) Sprengel

FAMIGLIA: Ericaceae

NOMI POPOLARI: Uva orsina, Ua orsina, Ova urseina, Uva dell’orso, Uva d’ors, Uva selvaggia, Pometti rossi, Uga d’ursu, Busserole, Corbesoi, Ramoliva, Seresoi d’la volp.

NOMI STRANIERI:

  • (Eng) Bearberry
  • (Fra) Busserole
  • (Ger) Echte Bärentraube
  • (Esp) Gayuba

Uva Ursina foto e immagini

DESCRIZIONE E STORIA

DESCRIZIONE BOTANICA

  • Portamento: arbusto con fusto ramificato e prostrato che può raggiungere fino a un metro di altezza. I germogli sono pubescenti e di colore rosato. I rami più vecchi sono più duri e lignificati.
  • Foglie: foglie alterne e sempreverdi, dalla consistenza coriacea e dalla forma obovata. Mostra l’apice arrotondato mentre la base si restringe fino a un piccolo picciolo. Ha margine intero e la sua superficie superiore è lucida e glabra mentre quella inferiore è ruvida.
  • Fiori: di colore bianco-rosa, si trovano in racemi pendenti al temine dei rami. Caratterizzati da un calice diviso in 5 lobi triangolari. La corolla tubulare si divide in 5 lobetti piegati verso l’esterno.
  • Frutto: è una bacca di colore rosso, dalla polpa farinosa e acidula, la quale contiene semi la cui forma ricorda quella dei reni.

ETIMOLOGIA DEL NOME/STORIA E TRADIZIONI: l’etimologia del nome “Uva ursina” deriva dal latino “Uva ursi” in quanto gli orsi sono molto golosi dei suoi frutti.

NOTE: I preparati a base di Uva ursina dovrebbero essere assunti in contemporanea con basificanti delle urine, come ad esempio il bicarbonato di sodio. Questo in quanto l’acidificazione delle urine ne diminuirebbe le proprietà.

DOVE SI TROVA

HABITAT: l’Uva ursina si trova molto diffusa nelle Alpi e negli Appennini fino alla pianura. Predilige habitat pietrosi e nei pascoli.

TEMPO E MODALITA’ DI RACCOLTA O COLTIVAZIONE: le foglie di Uva ursina si raccolgono nel periodo estivo tra luglio e agosto. Si staccano le foglie più mature evitando quelle più giovani e tenere.

Benessere naturale, mission erboristeria Erbecedario

UTILIZZO

Ecco a cosa serve e come usare l’Uva ursina dal punto di vista cosmetico / erboristico e il suo uso in cucina

PARTE UTILIZZATA: foglie

COME SI USA IN COSMETICA: Nessuna nota.

COME SI USA IN CUCINA: i frutti hanno un sapore poco gradevole, ma possono essere impiegati per realizzare marmellate.

Prodotti e rimedi naturali per capelli
Borraccia termica con infusore acciaio inox e bambù

PROPRIETA' E BENEFICI

PRINCIPALI COMPONENTI

  • Eterosidi fenolici: arbutoside, metil-arbutoside. L’arbutoside per idrolisi produce un difenolo (idrochinone) che si ossida in p-benzochinone.
  • Tannini gallici
  • Flavonoidi
  • Triterpeni
  • Piceoside

PROPRIETA’ SALUTISTICHE PRINCIPALI

La principale proprietà terapeutica dell’Uva ursina è:

  • Antisettico urinario

FORME IN CUI SI UTILIZZA

Ecco alcuni utilizzi in erboristeria, quando assumerla e la posologia.

Infuso oppure macerazione a freddo: 3 g di foglie in una tazza d’acqua, bere 2-3 tazze al dì.

Decotto: 2 g di foglie in taglio tisana in una tazza di acqua fredda, lasciar bollire per 15 minuti. Filtrare e bere 2-3 tazze al giorno. Si può aggiungere un cucchiaino di bicarbonato al decotto per alcalinizzare le urine.

Estratto secco: titolato minimo al 10% in arbutina, assumere 1 capsula da 1 a 3 volte al giorno, preferibilmente lontano dai pasti.

Tintura Madre (soluzione idroalcolica): 60 gocce in mezzo bicchiere d’acqua, 2 volte al giorno, meglio se lontano dai pasti. Per migliorare l’azione dell’uva ursina in tintura madre si consiglia di aggiungere nello stesso bicchiere anche 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio. Affinché l’Uva ursina possa manifestare al massimo la sua azione è opportuno favorire l’alcalinizzazione delle urine tramite bicarbonato di sodio (6-8 g al giorno) ma anche con un’alimentazione ricca di alimenti basificanti come latte, patate ed altri vegetali che possono contribuire allo scopo.

Consulenza gratuita con le Erboriste di Erbecedario
Catalogo prodotti naturali Erbecedario

RIMEDIO NATURALE PER:

A cosa serve? Utile come rimedio naturale in caso di:

  • Cistite
  • Uretrite

CONTROINDICAZIONI: Si consiglia di evitare l’assunzione in gravidanza e allattamento. Evitare nei bambini sotto i 12 anni. Non superare la dose giornaliera consigliata. Evitare un uso prolungato. Evitare in caso di sensibilità individuale alla pianta. Evitare l’assunzione in contemporanea con Vitamina C che, acidificando le urine, diminuirebbe l’azione dell’Uva ursina. Per quanto riguarda gli effetti collaterali o indesiderati, si ricorda che la presenza di tannini può irritare la mucosa gastrica, ma l’aggiunta di Menta può aiutare a contrastare questo effetto. Viene perciò sconsigliato l’uso a persone gastro-sensibili. L’utilizzo di preparati a base di Uva ursina può provocare una colorazione delle urine sul bruno-verde (proprio per la presenza dell’idrochinone).

Prodotti Erbecedario che contengono UVA URSINA

PER USO INTERNO:

I contenuti presenti in questa pagina sono scritti dal nostro team di erboristi, specializzati in erbe officinali e fitoterapia.
Riteniamo fondamentale offrire ai nostri clienti e lettori contenuti affidabili e basati su fonti ufficiali.

Questi testi sono infatti il frutto della grande conoscenza accumulata dai nostri esperti attraverso anni di studio e pratica nel settore dei rimedi erboristici.

Vorremo precisare che le informazioni fornite sono da intendersi a scopo puramente informativo e non intendono sostituire in alcun modo una consulenza medica professionale.

Per maggiori informazioni sui nostri prodotti, o per un aiuto nella scelta dei più adatti in base alle proprie esigenze specifiche, potete contattare senza impegno i nostri erboristi in chat.

Blog Erbecedario

 

Laboratorio erboristico Erbecedario

Questi prodotti potrebbero interessarti:

Erbecedario Erboristeria online erbe officinali e proprietà
Erbecedario Erboristeria online Erbe officinali per le diverse problematiche