Salice

NOMI

NOME COMUNE: Salice

NOME SCIENTIFICO: Salix alba L.

FAMIGLIA: Salicaceae

NOMI POPOLARI: Salice bianco, Salixi biancu, Sarpa, Salecone, Scappi, Salcone, Caporniolo, Sals bianch, Venzer bianco, Salgher, Salech, Sales bianch, Gabba salas, Sarxu dumestegu, Sarxu giancu, Sales de cavagnen, Salicastro, Salcio arboreo, Vetrice bianco

NOMI STRANIERI:

  • (Eng) Willow bark
  • (Fra) Saule
  • (Ger) Weidenrinde

Salice Bianco pianta, immagini e foto

DESCRIZIONE E STORIA

DESCRIZIONE BOTANICA

  • Portamento: albero che può arrivare ad un’altezza di 20m, dal caratteristico tronco robusto e dalla chioma larga. La corteccia del Salice si presenta longitudinalmente fessurata e suberificata. I rami sono flessibili ma molto robusti. I rami giovani spesso sono penduli, pubescenti e con gemme di colore marrone, ricche di peli.
  • Foglie: alterne, lanceolate, presentano un piccolo picciolo. Entrambe le pagine delle giovani foglie sono pubescenti, diventando più glabre con l’invecchiamento della pianta. Il margine delle foglie è dentato ed ogni dente presenta una piccola ghiandola nell’apice.
  • Fiori: sono divisi in maschili e femminili. I primi sono riuniti in amenti alle estremità di piccoli rami, gli amenti femminili invece sono più corti. I fiori maschili sono provvisti di due ghiandole che producono nettare mentre quelli femminili ne hanno una.
  • Frutti: sono capsule coniche lisce e glabre. Quando raggiungono la maturità si aprono e lasciano uscire numerosi semi ricoperti da un tomento bianco-argenteo.

ETIMOLOGIA DEL NOME/STORIA E TRADIZIONI: Fu nel 1838 che il chimico Raffaele Piria scoprì l’acido salicilico, per ossidazione della salicina, dalla corteccia di Salice.

NOTE: “L’Olmo, il Tiglio, l’Ulivo, il Pioppo bianco e il Salice, presentano una particolarità meravigliosa: le foglie di questi alberi si girano in senso inverso dopo il solstizio d’estate, e nessun segno indica con più certezza che quest’epoca è passata” Plinio, N.H., lib. XXXVI.
Il vero "salice piangente", utilizzato a scopo ornamentale, è il Salix babylonica L. diffuso maggiormente nelle zone temperate della Cina. Attualmente in Europa, sempre a scopo ornamentale, sono molto usati gli ibridi con Salix alba (detto Salix x sepulcralis) e Salix fragilis (detto Salix x pendulina).

DOVE SI TROVA

HABITAT: il Salice cresce dal mare alla montagna in tutta Italia. Si trova spesso lungo corsi d’acqua.

TEMPO E MODALITA’ DI RACCOLTA O COLTIVAZIONE: si raccoglie la corteccia in autunno alla caduta delle foglie, tra ottobre e novembre di rami di almeno 2-3 anni. Si incide la corteccia con il coltello e si strappa poi con le mani. Successivamente si taglia in piccoli pezzi, si fa essiccare all’ombra e si conserva in sacchetti di cotone o vasetti di vetro.

Erbecedario Linea Verde Discovery Rai Uno 1 giugno 2024

UTILIZZO

Ecco come usare il Salice Bianco.

PARTE UTILIZZATA: corteccia

COME SI USA IN COSMETICA: l’estratto di Salice viene utilizzato come ingrediente in creme e pomate per il trattamento di stati irritativi della pelle, per la sua attività cheratolitica che favorisce il rinnovamento cellulare della pelle.

COME SI USA IN CUCINA: Nessuna nota.

Rimedi Naturali Cellulite Vendita Online
Saponi Naturali Detergenti Erbecedario

PROPRIETA' E BENEFICI

PRINCIPALI COMPONENTI

  • Glucosidi dell’acido salicilico (salicina, saligenina, salicortina e derivati): la cui concentrazione può variare in base alla specie, provenienza ed età della pianta
  • Fenoli e acidi fenolici: acido salicilico, caffeico, ferulico, triandrina, vimalina, ecc
  • Flavonoidi
  • Proantocianidoli

PROPRIETA’ SALUTISTICHE PRINCIPALI

Le principali proprietà terapeutiche del Salice sono:

  • Analgesica, antinfiammatoria
  • Antipiretica, febbrifuga
  • Antireumatica
  • Lenitiva

FORME IN CUI SI UTILIZZA

Ecco alcune indicazioni sugli utilizzi, il dosaggio e la posologia.

Decotto: 2-3 g di corteccia in taglio tisana in acqua a fredda, portare ad ebollizione, lasciare bollire per 5 minuti e poi filtrare e bere 2-3 tazze al dì.

Estratto secco: titolato in acido salicilico minimo al 4% (Farmacopea Francese), 1 capsula da 1 a 3 volta al giorno.

Soluzione Idroalcolica (Tintura Madre): 60 gocce sciolte in mezzo bicchiere d’acqua, 2 volte al giorno, preferibilmente dopo i pasti.

Catalogo prodotti naturali Erbecedario

RIMEDIO NATURALE PER:

A cosa serve? Utile come rimedio naturale in caso di:

  • Dolori artro-muscolari
  • Mal di testa
  • Sintomi influenzali

CONTROINDICAZIONI: Secondo quanto riportato dall’ESCOP la corteccia di Salice non mostra effetti collaterali o indesiderabili particolari. Evitare l’uso in caso di ipersensibilità ai salicilati (allergia all’Aspirina). Evitare l’assunzione in caso di ulcera gastrica, asma e deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi. E’ sconsigliato l’uso in gravidanza e allattamento. L’uso sull’uomo evidenzia una lieve modificazione sull’aggregazione piastrinica e possono insorgere interazioni solo a dosi molto elevate. Si sconsiglia comunque l’utilizzo con antiaggreganti/anticoagulanti di sintesi.

Prodotti Erbecedario che contengono SALICE

PER USO INTERNO:

I contenuti presenti in questa pagina sono scritti dal nostro team di erboristi, specializzati in erbe officinali e fitoterapia.
Riteniamo fondamentale offrire ai nostri clienti e lettori contenuti affidabili e basati su fonti ufficiali.

Questi testi sono infatti il frutto della grande conoscenza accumulata dai nostri esperti attraverso anni di studio e pratica nel settore dei rimedi erboristici.

Vorremo precisare che le informazioni fornite sono da intendersi a scopo puramente informativo e non intendono sostituire in alcun modo una consulenza medica professionale.

Per maggiori informazioni sui nostri prodotti, o per un aiuto nella scelta dei più adatti in base alle proprie esigenze specifiche, potete contattare senza impegno i nostri erboristi in chat.

 

Questi prodotti potrebbero interessarti: