Passiflora

NOMI


NOME SCIENTIFICO: Passiflora incarnata L.

FAMIGLIA: Passifloraceae

NOMI POPOLARI: Fiore della passione, Granadiglia incarnata, Passiflora rossa

NOMI STRANIERI:

  • (Eng) Passion flower
  • (Fra) Fleur de la passion
  • (Ger) Passionsblumen
  • (Esp) Pasionaria lila

pianta Passiflora Incarnata Fiore della passione, foto e immagini

DESCRIZIONE E STORIA

DESCRIZIONE BOTANICA

  • Portamento: pianta perenne rampicante con rizoma strisciante, dal quale nascono numerosi fusti che conferiscono alla pianta un aspetto cespuglioso. I rami sono lunghi e presentano numerosi viticci utili per l’ancoraggio a vari sostegni.
  • Foglie: alterne, con la parte basale intera e cuoriforme per poi dividersi in 3-5 lobi ovali con apice acuto e margine seghettato. La superficie è glabra e verde chiaro, a volte tendente al bruno.
  • Fiori: solitari, all’apice di un lungo peduncolo che nella parte finale presenta 3 brattee ovali e seghettate. Presentano 5 sepali (verdi all’esterno e bianchi all’interno) e 5 petali bianchi e sottili. Internamente presenta una corona di filamenti viola, 5 stami e l’ovario.
  • Frutti: sono bacche ovali che contengono numerosi semi immersi in una sostanza carnosa dal sapore dolce.

ETIMOLOGIA DEL NOME/STORIA E TRADIZIONI: per quanto riguarda la simbologia e il significato di Passiflora, il suo nome deriva dal latino “passio” che sta per “passione” e “flos” che significa “fiore”, nome che gli fu attribuito da alcuni missionari Gesuiti nel 1610 in quanto vedevano in alcune parti della pianta la rappresentazione della Passione di Cristo: il cerchio con i filamenti fiorali richiama la corona di spine di Gesù, i 3 stili rappresentano i chiodi utilizzati per la crocifissione, gli stami il martello, mentre i viticci le fruste che flagellarono Gesù e le foglie la lancia. Da qui deriva infatti il nome di uso comune Fiore della passione di Cristo.

NOTE: Nel corso della Prima Guerra Mondiale la Passiflora veniva utilizzata come rimedio sedativo nervoso per l’ansia e l’angoscia date dalla guerra. Alle adeguate dosi, infatti, questa pianta induce un sonno ristoratore e un risveglio privo di stordimento.

DOVE SI TROVA

HABITAT: originaria del sud degli Stati Uniti, oggi viene coltivata un po’ ovunque a scopo medicinale, ornamentale e per i suoi frutti commestibili.

TEMPO E MODALITA’ DI RACCOLTA O COLTIVAZIONE: la raccolta avviene tagliando la pianta poco sopra il terreno nel momento in cui i primi frutti sono maturi.

Erbecedario Linea Verde Discovery Rai Uno 1 giugno 2024

UTILIZZO

Ecco a cosa serve e come usare la Passiflora in erboristeria, in cucina e dal punto di vista cosmetico.

PARTE UTILIZZATA: parti aeree

COME SI USA IN COSMETICA: nessuna nota.

COME SI USA IN CUCINA: è commestibile, si utilizzano i frutti canditi, sciroppati o freschi in macedonie.

Prodotti naturali igiene e pulizia corpo Erbecedario
Vendita online prodotti e rimedi naturali contro stanchezza erboristeria Erbecedario

PROPRIETA' E BENEFICI

PRINCIPALI COMPONENTI

  • Alcaloidi indolici: passiflorina, armina e derivati diidrogenati
  • Flavonoidi: vitexina, orientina, iso-orientina, isoschaftoside, apigenina, quercetolo, luteolina, kaempferolo
  • Maltolo, eterosidi cianogenici
  • Fitosteroli, acidi fenolici, cumarine
  • Oli essenziale: carvone, carburi terpenici, alcol benzilico, feniletilico, linalolo, exanolo

PROPRIETA’ SALUTISTICHE PRINCIPALI

Le principali proprietà terapeutiche e curative della Passiflora incarnata sono:

  • Rilassante: abbassa la pressione calmando in caso di irrequietezza, agitazione e disturbi gastrointestinali di origine nervosa
  • Ipnoinducente: particolarmente sedativa, utile nelle turbe minori del sonno per riuscire ad addormentarsi e dormire bene di notte

FORME IN CUI SI UTILIZZA

Ecco alcune indicazioni sugli utilizzi, il dosaggio e la posologia.

Infuso: 2 g di passiflora essiccata in una tazza di acqua calda. Lasciare in infusione per 10-15 minuti e bere prima di andare a dormire o all’occorrenza.

Polvere: 200-500 mg per capsula, da 0,5 a 2 g al giorno.

Soluzione Idroalcolica (Tintura Madre): 60 gocce diluite in un bicchiere d’acqua, 2 volte al giorno, oppure 40 gocce la sera, prima di andare a dormire.

Catalogo prodotti naturali Erbecedario

RIMEDIO NATURALE PER:

A cosa serve e a che cosa fa bene? Utile come rimedio naturale in caso di:

  • Agitazione, irrequietezza, nervosismo
  • Lieve insonnia data da: stress, menopausa o da eccitazione cerebrale (ovvero un eccessivo lavoro intellettuale)

CONTROINDICAZIONI: La letteratura non segnala particolari effetti tossici alle dosi indicate, ad eccezione di allergia individuale alla pianta. Evitare l’assunzione in contemporanea con farmaci dall’azione sedativo-ipnotica in quanto può interagire e dare effetti collaterali come allucinazioni, tachicardia e nausea. Evitare l’assunzione i giorni precedenti a interventi chirurgici.

Prodotti Erbecedario che contengono PASSIFLORA

PER USO ESTERNO:

I contenuti presenti in questa pagina sono scritti dal nostro team di erboristi, specializzati in erbe officinali e fitoterapia.
Riteniamo fondamentale offrire ai nostri clienti e lettori contenuti affidabili e basati su fonti ufficiali.

Questi testi sono infatti il frutto della grande conoscenza accumulata dai nostri esperti attraverso anni di studio e pratica nel settore dei rimedi erboristici.

Vorremo precisare che le informazioni fornite sono da intendersi a scopo puramente informativo e non intendono sostituire in alcun modo una consulenza medica professionale.

Per maggiori informazioni sui nostri prodotti, o per un aiuto nella scelta dei più adatti in base alle proprie esigenze specifiche, potete contattare senza impegno i nostri erboristi in chat.

 

Questi prodotti potrebbero interessarti: