Enotera

NOMI


NOME SCIENTIFICO: Oenothera biennis Scopoli

FAMIGLIA: Onagraceae

NOMI POPOLARI: Onagra, Enagra, Rapunzia, Erba vitella, Pestifuga, Marovegia zale, Blattaria virginiana

NOMI STRANIERI:

  • (Eng) Evening-primrose
  • (Fra) Onagre bisanuelle
  • (Ger) Nachtkerze
  • (Esp) Onagra comùn

pianta Enotera Oenothera Biennis, foto e immagini

DESCRIZIONE E STORIA

DESCRIZIONE BOTANICA

  • Portamento: pianta erbacea biennale caratterizzata da una rosetta di foglie basale dalle quali si erge il fusto pubescente, che può raggiungere un’altezza di 150 cm.
  • Foglie: le foglie basali sono ovali e pelose, caratterizzate da un lungo picciolo. Hanno un margine intero o dentellato con una superficie che spesso presenta delle piccole macchie rosse. Le foglie del fusto, invece, sono alterne e lanceolate, caratterizzate da un picciolo corto.
  • Fiori: sono un racemo, riuniti all’ascella di brattee simili a foglie. Il calice è tubulare e termina con 4 lobi lanceolati ripiegato all’indietro. La corolla è caratterizzata da 4 petali gialli.
  • Frutto: capsula semicilindrica, a maturità si apre longitudinalmente in 4 pezzi. Contiene molti semi dalla forma irregolare e dal colore grigio-marrone.

ETIMOLOGIA DEL NOME/STORIA E TRADIZIONI: per quanto riguarda il significato, il suo nome sembra derivi dall’unione delle parole greche: “oinos” ovvero “vino” e “thèra” ovvero “desiderio”, che potrebbe significare “desiderio di bere vino”. Alcuni testi giustificano questo nome con il fatto che in passato la radice di questa pianta venisse usata per aromatizzare alcuni vini. Mentre “biennis” si riferisce al fatto che è una pianta biennale.

NOTE: una curiosità è che i suoi fiori si aprono la sera e durano solo il giorno e la notte del giorno dopo.

DOVE SI TROVA

HABITAT: originaria dell’America del Nord, naturalizzata in Europa dai primi anni del 1600. Cresce spontanea dal mare alla montagna, specialmente nel Nord Italia, meno presente nel Sud. Predilige ambienti umidi come argini, spiagge e sponde dei fiumi.

TEMPO E MODALITA’ DI RACCOLTA O COLTIVAZIONE: la raccolta delle sommità fiorite avviene in giugno-luglio, prima della fruttificazione. Si recidono gli steli 20 cm sotto i fiori. Successivamente si essiccano all’ombra e si conservano in vasetti di vetro.

Benessere naturale, mission erboristeria Erbecedario

UTILIZZO

Ecco a cosa serve e come usare l’Enotera in erboristeria, in cucina e dal punto di vista cosmetico.

PARTE UTILIZZATA: semi e parte aerea

COME SI USA IN COSMETICA: olio di semi di enotera viene utilizzato come ingrediente cosmetico per donare emollienza, idratazione ed elasticità alla pelle.

COME SI USA IN CUCINA: si utilizzano le radici, raccolte dopo la fioritura, bollite e consumate come contorno (come le carote). Dai semi si ricava l’olio di enotera che contenendo acidi grassi essenziali polinsaturi dalle benefiche proprietà sull’organismo e per questo si trova sotto forma di integratore alimentare.

Vendita online prodotti e rimedi naturali contro stanchezza erboristeria Erbecedario
Borraccia termica con infusore acciaio inox e bambù

PROPRIETA' E BENEFICI

PRINCIPALI COMPONENTI

  • Semi:
  • Olio ricco di acidi grassi insaturi: acido linoleico, linolenico, oleico, stearico e palmitico
  • Parte aerea:
  • Flavonoidi
  • Tannini

PROPRIETA’ SALUTISTICHE PRINCIPALI

Le principali proprietà curative, cosmetiche e terapeutiche dell’Enotera sono:

  • L’olio di semi di Enotera (estratto a freddo è un’ottima fonte di acido gamma-linolenico) mostra proprietà lenitive ed elasticizzanti.

FORME IN CUI SI UTILIZZA

Ecco alcune indicazioni sugli utilizzi, il dosaggio, come assumerlo e la posologia.

Olio di Enotera: capsule da 250-500 mg, da 2 al 4 g al giorno.

Consulenza gratuita con le Erboriste di Erbecedario
Catalogo prodotti naturali Erbecedario

RIMEDIO NATURALE PER:

A cosa serve? Utile come rimedio naturale in caso di:

  • Acne
  • Eczema
  • Invecchiamento precoce (prevenzione della comparsa delle rughe)
  • Sindrome premestruale e in menopausa, per diminuire i sintomi (ma gli studi pubblicati non sono probanti)

CONTROINDICAZIONI: La letteratura non segnala particolari effetti tossici alle dosi indicate, fatta eccezione delle sensibilità individuali alla pianta. Non assumere in contemporanea a farmaci in quanto potrebbe diminuire l’effetto.

Prodotti Erbecedario che contengono ENOTERA

PER USO ESTERNO:

I contenuti presenti in questa pagina sono scritti dal nostro team di erboristi, specializzati in erbe officinali e fitoterapia.
Riteniamo fondamentale offrire ai nostri clienti e lettori contenuti affidabili e basati su fonti ufficiali.

Questi testi sono infatti il frutto della grande conoscenza accumulata dai nostri esperti attraverso anni di studio e pratica nel settore dei rimedi erboristici.

Vorremo precisare che le informazioni fornite sono da intendersi a scopo puramente informativo e non intendono sostituire in alcun modo una consulenza medica professionale.

Per maggiori informazioni sui nostri prodotti, o per un aiuto nella scelta dei più adatti in base alle proprie esigenze specifiche, potete contattare senza impegno i nostri erboristi in chat.

Blog Erbecedario

 

Laboratorio erboristico Erbecedario

Questi prodotti potrebbero interessarti:

Erbecedario Erboristeria online erbe officinali e proprietà
Erbecedario Erboristeria online Erbe officinali per le diverse problematiche