Basilico

NOMI

NOME COMUNE: Basilico

NOME SCIENTIFICO: Ocimum basilicum L.

FAMIGLIA: Lamiaceae

NOMI POPOLARI: Basilico

NOMI STRANIERI:

  • (Eng) Basil, Sweet basil
  • (Fra) Basilic, Gran basilic
  • (Ger) Basilikum
  • (Esp) Albahaca, Alhàbega

pianta Basilico Ocimum basilicum, foto e immagini

DESCRIZIONE E STORIA

DESCRIZIONE BOTANICA

  • Portamento: pianta erbacea caratterizzata da fusto eretto ramificato in alto, può raggiungere un’altezza di circa 50 cm.
  • Foglie: picciolate e opposte a due a due, ovali o ovali-lanceolate. Nel margine sono presenti dei piccoli denti distanti tra loro, la superficie è lucida e glabra.
  • Fiori: infiorescenza formata da racemi con i fiori riuniti in verticilli che nascono sopra ad una coppia di foglie. Ogni fiore è formato da un calice tubulare, la corolla bianca o rosa tubulare è divisa in 2 labbra, il labbro superiore si divide in 4 lobi mentre quello inferiore è intero.
  • Frutti: sono 4 acheni racchiusi nel calice, di colore marrone scuro e di forma ovale.

ETIMOLOGIA DEL NOME/STORIA E TRADIZIONI: il termine “Basilico” deriva dal latino medievale “basilicum” che si origina dal greco “basilikon” ovvero “pianta regale, maestosa” che a sua volta si origina da “basileus” ovvero “re”. Alcuni ritengono che sia chiamato così perché veniva utilizzato per la creazione di profumi per il re, altri per l’uso sacro che ne facevano gli antichi Hindu. L’etimologia del nome è stata spesso confusa con quella del “basilisco”, mitologico serpente dal letale veleno e il basilico ne sarebbe stato l’unico antidoto.

NOTE: Curiosità: nella tradizione popolare le foglie di Basilico venivano usate per stimolare la montata lattea e come rimedio afrodisiaco.

DOVE SI TROVA

HABITAT: il Basilico è originario dalle zone calde dell’Asia, fu introdotto in Italia dagli antichi Romani. Proprio per la sua origine tropicale non si trova spontaneo ma solamente coltivato.

TEMPO E MODALITA’ DI RACCOLTA O COLTIVAZIONE: Le foglie di Basilico si raccolgono da maggio a settembre. Le sommità fiorite si raccolgono da luglio a settembre. Le foglie e le sommità possono essere essiccate all’ombra in un luogo areato e si conservano in vasi di vetro al riparo dalla luce.

Benessere naturale, mission erboristeria Erbecedario

UTILIZZO

PARTE UTILIZZATA: Foglie e sommità fiorite

COME SI USA IN COSMETICA: Il decotto di foglie di basilico può essere utilizzato come collutorio per combattere l’alitosi. L’olio essenziale di basilico mostra proprietà purificanti e anti-microbiche, risultando efficace nell’allontanare gli insetti.

COME SI USA IN CUCINA: Il Basilico è famoso essenzialmente per il suo utilizzo come pianta aromatica e di condimento in diversi piatti e ricette. In particolare viene utilizzato per preparare il pesto alla genovese, un condimento della tradizione Ligure. Si ottiene pestando in un mortaio: foglie di basilico, pinoli, aglio, sale, parmigiano e olio EVO. Grazie alla sua lavorazione completamente a freddo si riescono a mantenere inalterate tutte le proprietà degli ingredienti.

Prodotti e rimedi naturali estivi erboristeria Erbecedario
Borraccia termica con infusore acciaio inox e bambù

PROPRIETA' E BENEFICI

PRINCIPALI COMPONENTI

  • Olio essenziale: linalolo, estragolo, citrale, cinnamato, eugenolo, metileugenolo, acetato di geranile, geraniolo, 1,8-cineolo, alfa-bulnesene, bergamotene, alfa-muurololo, beta-cariofillene, cadinene, alfa-terpineolo
  • Derivati di acidi idrossicinnamici: acido rosmarinico
  • Flavonoidi: eterosidi del kemferolo e del quercetolo, xantomicrolo, nevadensina, salvigenina
  • Steroli e triterpeni: beta-sitosterolo e acido oleanolico
  • Lipidi: acido linolenico (semi)

PROPRIETA’ SALUTISTICHE PRINCIPALI

Le principali proprietà benefiche del Basilico sono:

  • Digestiva
  • Balsamica
  • Sgradita agli insetti

FORME IN CUI SI UTILIZZA

Ecco alcuni utilizzi, quando assumerlo e la posologia.


Infuso: 3 g in una tazza di acqua calda, si filtra e si bevono 2-3 tazze al giorno per un massimo di 7 giorni.

Olio essenziale: 5 gocce nel diffusore per allontanare gli insetti.

Tintura Madre (Soluzione Idroalcolica): 40 gocce diluite in mezzo bicchiere d’acqua, 1-3 volte al giorno, meglio se dopo i pasti.

Consulenza gratuita con le Erboriste di Erbecedario
Catalogo prodotti naturali Erbecedario

RIMEDIO NATURALE PER:

A cosa serve? Utile come rimedio naturale in caso di:

  • Digestione lenta
  • Per allontanare zanzare, pidocchi ed insetti

CONTROINDICAZIONI: La letteratura non segnala alcuna tossicità quando la pianta è usata come condimento in ragionevoli dosi. Rientra tra le piante riconosciute come GRAS (Substance Generally Recognized As Safe - FDA). Evitare l’impiego prolungato (più di una settimana) di estratti di Basilico. Si consiglia cautela in gravidanza, allattamento e in pediatria.

 

I contenuti presenti in questa pagina sono scritti dal nostro team di erboristi, specializzati in erbe officinali e fitoterapia.
Riteniamo fondamentale offrire ai nostri clienti e lettori contenuti affidabili e basati su fonti ufficiali.

Questi testi sono infatti il frutto della grande conoscenza accumulata dai nostri esperti attraverso anni di studio e pratica nel settore dei rimedi erboristici.

Vorremo precisare che le informazioni fornite sono da intendersi a scopo puramente informativo e non intendono sostituire in alcun modo una consulenza medica professionale.

Per maggiori informazioni sui nostri prodotti, o per un aiuto nella scelta dei più adatti in base alle proprie esigenze specifiche, potete contattare senza impegno i nostri erboristi in chat.

Blog Erbecedario

 

Laboratorio erboristico Erbecedario

Questi prodotti potrebbero interessarti:

Erbecedario Erboristeria online erbe officinali e proprietà
Erbecedario Erboristeria online Erbe officinali per le diverse problematiche