Polipodio

Foto e Immagini

polipodio

Nomi

Nome Scientifico: Polypodium vulgare L. (fam. Polipodiaceae)

Nomi Comuni: Felce dolce, racalissu, raixe duse, argalizia sarvaja, vergurissa, feles dolsa, pimpirimporio, felza, musco quercino, filicola, filicicchia, figili cerbinu.

Nomi Stranieri: Common Polypody (Eng) Polypode vulgaire (Fra) Engelsüss (Ger) Polipodio común (Esp)

Che cos’è e significato

Descrizione: Piccola felce dotata di rizoma strisciante cilindrico e carnoso dal sapore dolciastro. Le foglie sono persistenti con lungo picciolo palmate, pennate suddivise in 20-40 segmenti riuniti alla base dell´asta centrale.

Storia e Tradizioni: Nessuna nota

Note:

Dove si trova

Habitat: Si rinviene nei boschi, nelle zone umide ed ombrose, presso i tronchi di vecchi alberi, abbarbicati alle rupi ed ai muri.

Tempo e modalità di raccolta o coltivazione: Il rizoma si raccoglie da luglio ad ottobre staccandolo con le mani o facendo leva con un coltello; si eliminano le radichette, si raschia la superficie per togliere le squamette e si seziona in pezzi lunghi alcuni centimetri.

Utilizzo

Parti utilizzate: Il rizoma

Come si usa in cosmetica: Nessuna nota

Come si usa in cucina: Nessuna nota

Proprietà e benefici

Principali componenti: Il saponoside polipodina, acido glicirrettico, mucillaggini, resine, tannini, olio essenziale

Proprietà salutari ed utilizzo: La tradizione popolare conosce il Polipodio come un lassativo leggero e non irritante adatto ai bambini e alle persone deboli e anziane e utile a chi soffre di stitichezza cronica. La prerogativa del rizoma è quella di fluidificare e stimolare la secrezione biliare, favorendo i processi digestivi e una normale evacuazione intestinale. Al rizoma del Polipodio vengono riconosciute anche virtù espettoranti che lo rendono utile per la tosse che generalmente si accompagna a influenza e a raffreddore.

Rimedio naturale: Utilizzato contro la stitichezza cronica anche di anziani e "bambini" e per le sue proprietà stimolanti e fluidificanti la secrezione biliare sfruttato da chi soffre di insufficienza epatica e di scarsa funzionalità biliare. Per uso esterno i gargarismi con decotto di Polipodio, in cui sono presenti amidi, tannini e mucillaggini, possono essere coadiuvanti del trattamento della sintomatologia infiammatoria della gola nel caso di influenza e raffreddore.

Controindicazioni: Nessuna nota