Iperico

Foto e Immagini

iperico

Nomi

Nome Scientifico: Hypericum perforatum L. (fam. Guttiferae)

Nomi Comuni: Erba di San Giovanni, caccia diavoli, pilatro, mille buchi, perforata, pirico

Nomi Stranieri:

Che cos’è e significato

Descrizione: Pianta erbacea perenne dotata di corto rizoma, possiede fusto eretto, ramificato. Le foglie sono opposte, di forma ovata o oblunga, picchiettate di minuscole ghiandole trasparenti che in controluce sembrano forellini. I fiori sono di colore giallo carico riuniti in una sorta di corimbo. La fioritura avviene in estate. La pianta può raggiungere il metro d´altezza.

Storia e Tradizioni: L´iperico è conosciuto da molto tempo. Il suo utilizzo era collegato alla notte di San Giovanni (24 Giugno) detta anche notte delle streghe coincidente col solstizio d´estate di qui l´uso per allontanare streghe e diavoli appendendolo nelle case od utilizzandolo per fumigazioni.

Note: Un tempo si preparava il balsamo Innocenziano molto popolare come antireumatico il cui componente principale era l´iperico.

Dove si trova

Habitat: Pianta comune, cresce nei terreni asciutti, lungo i margini delle strade, ai bordi dei campi, nelle radure. E´ diffusa dalla pianura alla montagna.

Tempo e modalità di raccolta o coltivazione: Si utilizzano le foglie e le sommità fiorite raccolte in estate e fatte essiccare in fasci lenti in luogo ombroso e ventilato..

Utilizzo

Parti utilizzate: Sommità fiorite

Come si usa in cosmetica: L´infuso può essere utilizzato in caso di cuperose ed arrossamenti. L´olio essenziale in cosmesi si usa per dare tono alla pelle avvizzita.

Come si usa in cucina: L’iperico non trova impiego in campo culinario

Proprietà e benefici

Principali componenti: Olio essenziale, flavonoidi, ipericina, tannino pro-cianidine

Proprietà salutari ed utilizzo: Le proprietà medicinali della pianta sono numerose: per uso locale l´infuso dimostra un´azione analgesica e antisettica. L´olio viene utilizzato per curare le ferite, per massaggiare le parti indolenzite da sciatiche, artriti e reumi. Per uso esterno è astringente, antinfiammatorio, cicatrizzante. Per uso interno esplica un´attività ansiolitica, antidepressiva e riequilibrante del tono dell´umore. Inoltre è un blando diuretico e balsamico contro i catarri cronici. Ha anche proprietà vermifughe.

Rimedio naturale: Per uso esterno è utile per trattare la pelle arrossata da pannolini nei bambini, per ustioni, eritemi solari, piaghe da decubito non infette. Per uso interno è indicato per stati depressivi lievi e moderati, disturbi dell´umore, condizioni di ansia, nervosismo ed ipereccitabilità nervosa. L´uso dell´ Iperico come antidepressivo ha suscitato notevole interesse anche da parte della medicina ufficiale, sia per l´indubbia efficacia, clinicamente dimostrata, sia per l´elevata sicurezza d´uso del fitocomplesso rispetto ai trattamenti farmacologici. In Germania l´Iperico è ufficialmente approvato per il trattamento dell´ansia e della depressione. È indispensabile che il dosaggio sia corretto, perchè la droga esplichi in pieno la sua azione.

Controindicazioni: Durante il trattamento con Iperico si sconsiglia la prolungata esposizione ai raggi solari poichè, ad alte dosi, è possibile la comparsa di reazioni cutanee di fotosensibilizzazione, in soggetti dalla carnagione più chiara. È sconsigliata inoltre l´assunzione di Iperico contemporaneamente a terapie farmacologiche antidepressive, onde evitare l´interazione con esse. Recentemente è stato evidenziato che l´assunzione prolungata di iperico può causare problemi a livello delle retina.