Ginepro

Foto e Immagini

ginepro

Nomi

Nome Scientifico: Juniperus communis

Nomi Comuni: Xaneibe, coccole, zinier, nietro

Nomi Stranieri:

Che cos’è e significato

Descrizione: Arbusto legnoso o basso alberello dal portamento talvolta strisciante, altre volte eretto. Le foglie aghiformi, appuntite, disposte tre a tre, sono solcate da una linea chiara nella pagina superiore. I fiori di colore giallo-verdastro pressoché insignificanti, sono disposti in prossimità dell´ascella foliare. La fioritura avviene in primavera. I frutti, detti coccole, sono piccole bacche sferiche di colore verde il primo anno, e nero bluastre il secondo allorché giungono a maturazione. La pianta può raggiungere i 5 metri d´altezza.

Storia e Tradizioni: Nel Medioevo, queste false bacche hanno avuto fama di operare guarigioni miracolose; ancora nel XVI secolo erano considerate una panacea universale prodigiosa. In trentino si usava impreniare un lenzuolo di vapori di decotto di ginepro, avvolgendolo poi sul corpo di persone sofferenti di dolori reumatici. Attraverso una forte sudorazione i dolori venivano alleviati.

Note: I tordi sono ghiotti di coccole (galbule) di ginepro e quindi quando possono cibarsene la loro carne assume un sapore particolarmente prelibato. Nell´allevamento dei bachi da seta, i rami di ginepro vengono arsi per disinfettare i ricoveri.

Dove si trova

Habitat: E´ una pianta indigena della Penisola. Cresce lungo i pendii collinari e montani. Nei terreni magri prende le forme di un cespuglio, mentre nelle vallate e nei giardini assume l´aspetto di un alberello. Dalle galbule si ottiene l´olio di ginepro, mentre dai rametti fogliosi si ottiene l´olio di cade. La miscela dei due da l´olio di harlem.

Tempo e modalità di raccolta o coltivazione: Si utilizzano i rametti fogliosi e soprattutto le galbole (specie di bacche o non frutto) raccolte in autunno mediante scuotimento della pianta. Queste vengono fatte essiccare in luogo ventilato evitando la formazione di muffe.

Utilizzo

Parti utilizzate: Le galbule (coccole) e i rametti fogliosi

Come si usa in cosmetica: Nessuna nota

Come si usa in cucina: Le galbule del ginepro si fanno apprezzare soprattutto per le proprietà aromatiche utili ad insaporire ed aromatizzare grappe, liquori (Gin) ed arrosti.

Proprietà e benefici

Principali componenti: Essenza contenente idrocarburi terpenici, flavonoidi, tannini, glucidi, resina.

Proprietà salutari ed utilizzo: Nei confronti dello stomaco il ginepro svolge una funzione stimolante e protettiva della mucosa gastrica. Stomachico, carminativo aiuta attraverso l´azione diuretica l´eliminazione di renella e piccoli calcoli. Azione balsamica a livello delle vie respiratorie.

Rimedio naturale: Stomachico, aperitivo, carminativo, diuretico e bechico. Inoltre l´olio di cade può essere usato esternamente per psoriasi, dermatosi e lupus. L´olio di harlem può essere usato per la gotta.

Controindicazioni: In dosi elevate i frutti possono provocare irritazione all´apparato urinario. Astenersi in caso di infiammazioni renali. Vietato alle donne gravide e negli stati infiammatori del tubo digerente.