Erismo

Foto e Immagini

erismo

Nomi

Nome Scientifico: Sisymbrium officinalis L. (fam. Crucifere)

Nomi Comuni: trionc, rapino, rapistogno, alaussa, barbena, cima amarella

Nomi Stranieri:

Che cos’è e significato

Descrizione: Pianta annule con fusto eretto (60 cm) e ramoso; ha foglie basali piccole, pennate, con lobi dentati, quelle superiori intere ed astate. I fiori sono di colore giallino, di dimensioni molto modeste, raccolti in grappoli, i frutti sono silique. La fioritura dalla primavera all´inizio dell´autunno

Storia e Tradizioni: La pianta dell´erismo era conosciuta sin dalla antichità ma soltanto nel XVI secolo fu accuratamente studiata per le sue proprietà curative che risalgono al rinascimento. Jacques Delechamps testimonia che il confratello Guillaume Rodelet riuscì, con l´erismo a restituire la voce bianca a un ragazzo del coro. L´erismo infatti divenne poi la pianta degli oratori, degli attori di teatro e dei cantanti. si racconta che nel 1951 il famoso tenore Tito Schipa due ore prima di entrare in scena fosse completamente afono e che, grazie ad un decotto di erismo potesse cantare al meglio.

Note: L´erisimo è chiamato "l´erba dei cantanti", proprio per le sue proprietà.

Dove si trova

Habitat: Presente in tutta Europa, in Italia è diffusa dal mare alla regione submontana nei luoghi incolti, in prossimità di macerie, lungo le strade e i muri.

Tempo e modalità di raccolta o coltivazione: La pianta intera fiorita si raccoglie in maggio-giugno, recidendo i fusti a 15-20 cm. da terra; le piantine si riuniscono in mazzetti che si fanno essiccare all´ombra e si conservano in vasi di vetro o porcellana.

Utilizzo

Parti utilizzate: porzione aerea della pianta fiorita

Come si usa in cosmetica: L´infuso unito all´acqua del bagno è un ottimo decongestionante della pelle

Come si usa in cucina: Si possono utilizzare le foglie più tenere e le infiorescenze non fiorite crude in insalata, cotte in frittate oppure tritate ed unite ad altre erbe per preparare delle salse

Proprietà e benefici

Principali componenti: Tannino, essenza sulforata, mucillagine, glucosidi.

Proprietà salutari ed utilizzo: Espettorante e fluidificante per le secrezioni bronchiali, faringee e laringee; antisettico delle vie respiratorie; antinfiammatorio delle vie aeree.

Rimedio naturale: Laringiti afoniche, faringiti e tracheo-bronchiti; tracheiti acute e croniche.

Controindicazioni: Nessuna nota