Arancio

NOMI

NOME COMUNE: Arancio

NOME SCIENTIFICO: Citrus aurantium L. varietà amara (var. amara) o varietà dolce (Citrus sinensis L.)

FAMIGLIA: Rutaceae

NOMI POPOLARI: Arancio selvatico, Arancio forte, Chinotto, Naranzo, Naranzar, Setron, Sitrounie, Portugal, Chinott, Cetrangolo, Tarongia de pilligioni, Margatin, Setron amau, Melarancio, Naranzaro, Setron, Marangia, Aranzu, Arans, Narans, Sitroi, Naranzo dolce.

NOMI STRANIERI:

  • (Eng) Bitter orange (var. amara); Sweet orange (var. dolce)
  • (Fra) Orange amère, Bigaradier (var. amara); Orange douce (var. dolce)
  • (Ger) Pomeranze, Bittere orange (var. amara); Orange (var. dolce)
  • (Esp) Naranjo amargo (var. amara); Naranja (var. dolce)

pianta Arancio Amaro o Dolce (Citrus Aurantium, Citrus Sinensis, Citrus Amara), foto e immagini

DESCRIZIONE E STORIA

DESCRIZIONE BOTANICA

  • Portamento: pianta legnosa, di altezza variabile dall’arbusto al piccolo albero. Presenta una chioma rotonda.
  • Foglie: lunghe circa 10 cm, sono di forma ellittica e acuta all'apice, di colore verde chiaro. A livello delle ascelle fogliari sono presenti delle esili spine.
  • Fiori: bianchi, isolati o riuniti in racemi a livello dell’ascella delle foglie. Sono caratterizzati da 5 sepali e 5 petali, dal profumo molto intenso e dolce (in particolare quelli della varietà amara, da cui si ricava l’olio essenziale di Neroli).
  • Frutti: di forma globosa e leggermente schiacciato alle due estremità, con un diametro di circa 7-8 cm. La buccia del frutto è rugosa e di colore arancione-rossastro.

ETIMOLOGIA DEL NOME/STORIA E TRADIZIONI: L’etimologia della parola “arancia” deriva dal persiano “nāranǧ” che significa “frutto preferito dagli elefanti”. Frutto originario della Cina, importato in Europa dai marinai portoghesi nel XVI secolo. In Italiano questo termine ha visto la perdita della lettera N in quanto ritenuta parte dell’articolo “un narancio”, ma tale termine rimane in alcuni dialetti come quello veneto “naransa” e friulano “narant”.

NOTE: Il nome “Neroli” dell’essenza ottenuta dai fiori di arancio amaro, trova origine dalla principessa Anna-Maria de laTrémoille-Noirmoutiers, seconda moglie del principe di Nerola e duca di Bracciano Flavio Orsini. Conquistata dal profumo di questa essenza, lanciò la moda nella corte di Luigi XIV, e la chiamò “Neroli” in onore alla città di Nerola.

DOVE SI TROVA

HABITAT: L’albero di arancio trova le sue origini in Asia. Ama i climi caldi e per questo viene maggiormente coltivato nel Sud Italia.

TEMPO E MODALITA’ DI RACCOLTA O COLTIVAZIONE: I fiori e le foglie di arancio vengono raccolti separatamente nel momento della fioritura, in giornate calde e asciutte, evitando di recidere il picciolo. L’epicarpo del frutto (la buccia) si ottiene sbucciando i frutti non ancora maturi.

Erbecedario Linea Verde Discovery Rai Uno 1 giugno 2024
Benessere naturale, mission erboristeria Erbecedario

UTILIZZO

Ecco a cosa serve e come usare l’Arancio dal punto di vista cosmetico/erboristico e il suo uso alimentare in cucina.

PARTE UTILIZZATA: scorza, foglie e fiori

COME SI USA IN COSMETICA: L’acqua aromatica è un ottimo ingrediente per lozioni, creme da applicare sulla pelle. Dall’arancio si possono ottenere 2 diversi oli essenziali: alla spremitura a freddo delle scorze di arancio si ottiene un olio essenziale dal caratteristico profumo agrumato. Mentre dalla distillazione dei fiori di arancio amaro si ottiene l’olio essenziale di Neroli, dolce e floreale, molto utilizzato nell’industria dei profumi.

COME SI USA IN CUCINA: il frutto (l’arancia) è utilizzato per la realizzazione di canditi, la polpa per la realizzazione di spremute, marmellate e composte, la scorza per la realizzazione di amari, aperitivi e dolci. Solitamente nella preparazione dei dolci viene utilizzato solo l’epicarpo, ovvero la parte della buccia più esterna, facendo attenzione a non utilizzare la parte bianca (mesocarpo) che risulta particolarmente amara.

Vendita online prodotti e rimedi naturali circolazione gambe stanche e pesanti erboristeria Erbecedario
Borraccia termica con infusore acciaio inox e bambù

PROPRIETA' E BENEFICI

PRINCIPALI COMPONENTI

  • Scorza del frutto
  • Olio essenziale: limonene, linalolo, acetato di linalile, citrale
  • Flavonoidi: esperitina, naringenina (responsabili del sapore amaro), esperidina, rutina, sinensetina, nobiletina, eriocitrina, tangeretina, ecc
  • Idrossicumarine: bergaptene, auraptene, psoralene, epossibergaptene
  • Pectine, carotenoidi
  • Fiori
  • Olio essenziale: linalolo (30%)
  • Flavonoidi, carotenoidi, ecc.
  • Foglie
  • Olio essenziale: esteri triterpenici, acetato di linalile, monoterpeni, limonene
  • Flavonoidi, idrossicurmarine, carotenoidi, principi amari

PROPRIETA’ SALUTISTICHE PRINCIPALI

La principale proprietà terapeutica dell'Arancio è:

  • Rilassante
  • Digestiva
  • Tonico dell’umore (aromaterapia)

FORME IN CUI SI UTILIZZA

Ecco alcune indicazioni sugli utilizzi, quando assumerlo e la posologia.

Infuso di fiori o scorze: 1 cucchiaio in una tazza di acqua bollente. In infuso i fiori di arancio dolce hanno effetto rilassante mentre la scorza ha un effetto più digestivo, amarotico e aperitivo.

Olio Essenziale: 10 gocce nel brucia essenze o nel diffusore per ambienti. L’olio essenziale ottenuto dalla spremitura a freddo della scorza di arancio amaro ha un effetto tonico dell'umore, mentre quello di Neroli ottenuto per distillazione dei fiori ha un effetto più rilassante e afrodisiaco. Si può trovare come integratore anche in compresse.

Consulenza gratuita con le Erboriste di Erbecedario
Catalogo prodotti naturali Erbecedario

RIMEDIO NATURALE PER:

A cosa serve? Utile come rimedio naturale in caso di:

  • Stress
  • Astenia
  • Sbalzi d’umore
  • Digestione lenta

CONTROINDICAZIONI: la letteratura non evidenzia effetti secondari, collaterali o tossici alle dosi indicate, fatta eccezione che vi sia una particolare sensibilità soggettiva. Generalmente si sconsiglia l’esposizione al sole dopo l’applicazione di cosmetici con oli essenziali agrumati per la loro fotosensibilità.

Prodotti Erbecedario che contengono ARANCIO

PER USO ESTERNO:

PER USO INTERNO:

I contenuti presenti in questa pagina sono scritti dal nostro team di erboristi, specializzati in erbe officinali e fitoterapia.
Riteniamo fondamentale offrire ai nostri clienti e lettori contenuti affidabili e basati su fonti ufficiali.

Questi testi sono infatti il frutto della grande conoscenza accumulata dai nostri esperti attraverso anni di studio e pratica nel settore dei rimedi erboristici.

Vorremo precisare che le informazioni fornite sono da intendersi a scopo puramente informativo e non intendono sostituire in alcun modo una consulenza medica professionale.

Per maggiori informazioni sui nostri prodotti, o per un aiuto nella scelta dei più adatti in base alle proprie esigenze specifiche, potete contattare senza impegno i nostri erboristi in chat.

Blog Erbecedario

 

Laboratorio erboristico Erbecedario

Questi prodotti potrebbero interessarti:

Erbecedario Erboristeria online erbe officinali e proprietà
Erbecedario Erboristeria online Erbe officinali per le diverse problematiche