Alchemilla

Foto e Immagini

alchemilla

Nomi

Nome Scientifico: Alchemilla vulgaris L. (fam. Rosacee)

Nomi Comuni: erba memoria, erba stella, erba rugiada

Che cos’è e significato

Descrizione: La pianta ha un fusto esile ascendente-eretto. Le foglie inferiori sono glabre o leggermente pelose arrotondate, con 7-11 lobi dentati. Le foglie sul fusto sono più ridotte nelle dimensioni. I fiori sono piccoli, di colore giallo-verdognolo e formano corimbi poco appariscenti. La fioritura avviene in primavera estate. La pianta raggiunge i 40 cm di altezza.

Storia e Tradizioni: Largamente utilizzata nella medicina popolare europea, secondo la quale aiuta a ridurre i dolori asso-ciati alle mestruazioni e riduce l´eccessivo sanguinamento.

Note: Nessuna nota

Dove si trova

Habitat:Pianta erbacea molto comune in montagna cresce ai margini dei boschi, nei prati umidi e nelle radure. Frequente nei prati concimati della zona alpina.

Tempo e modalità di raccolta o coltivazione: La raccolta avviene in estate (giugno-agosto) e si utilizza tutta la pianta essiccata in ambiente areato al riparo dal sole.

Utilizzo

Parti utilizzate: Parti aeree in fiore

Come si usa in cosmetica: In campo estetico trova alcune interessanti applicazioni, il suo decotto dona elasticità alla pelle e combatte le smagliature.

Come si usa in cucina: L´alchemilla non è usata in campo alimentare.

Proprietà e benefici

Principali componenti: Tannini, Flavonoidi, Principi amari, Acido salicilico (tracce)

Proprietà salutari ed utilizzo: Le virtù della pianta sono moltepici anche se non sempre pienamente apprezzate. Essa dimostra proprietà astringenti, antidiarroiche, e moderatamente emmenagoghe.

Rimedio naturale: Colite con sanguinamento, Diarrea, Leucorrea (topico), Menopausa (sintomi), Menorragia, Ulcera peptica

Controindicazioni: Evitare un utilizzo troppo prolungato, a causa della presenza di tannini. Controindicata in gravidanza